Personaggi principali

Lo Squalo Patata

  • Uno squalo unico al mondo

Feroce e insaziabile divoratore di patatine fritte, è l’unico squalo al mondo che mette fuori dall’acqua il naso (e che naso!) al posto della pinna. D'indole distratta, va spesso a sbattere contro rocce, scogli, e perfino navi. Per fortuna il naso, oltre che grosso, è anche molto resistente. Adora le acque calde dei mari tropicali perchè è terrorizzato dal raffreddore, e anche da molte altre cose. Preferisce nuotare in mare aperto, ma si adatta bene a vivere anche nelle piscine, perfino gonfiabili, e nelle vasche da bagno. Adora le storie di paura, che però gli fanno paura. Adora le caramelle gommose, che però gli si appiccicano ai denti. Vorrebbe avere tanti amici, ma è sempre solo perchè tutti hanno paura di lui. Insomma, è l'unico squalo al mondo con un sacco di problemi

Ciccio Mannaro

  • Un lupo arancione con la coda da coniglio

Se vi inoltrate in un bosco scuro, a notte fonda, magari con la luna piena, può capitare di imbattersi in una capanna. E può capitare che nella capanna abiti un lupo. Un lupo basso e grasso, che dorme come un sasso. Si chiama Ciccio Mannaro. Grande divoratore di carote, è un lupo giocherellone, capace di far magie con una parte del corpo che le persone educate preferiscono tacere. Allora, lo svegliamo?

Il vampiro Vladimiro

  • Un vampiro con gli occhiali a farfalla

Sono il barone Vladimiro, l'ultimo vampiro rimasto sulla terra. Potete immaginarvi la noia! Per passare il tempo, girello nei cimiteri. Mi piacciono tutte quelle lucette che sembra sempre Natale! E poi, a spasso tra le tombe, s'incontrano tanti tipi simpatici: fantasmi, fuochi fatui, streghe... Le streghe sono in assoluto le mie preferite. Piacerebbe anche a me fare qualche incantesimo, magari trasformare un antipatico marmocchio in un lercio topaccio o in un rospo bello grasso! Non fraintendetemi, io adoro i bambini. Del resto, chi non li adora? Basta assaggiarli: sono deliziosi! Però, ci sono bambini dai quali è meglio tenersi alla larga, anche per un vampiro...
Ad esempio, quelli di questa storia...

La maestra Camomilla

  • Una maestra che dorme in piedi, ma anche seduta, distesa...

Una maestra dormigliona, amante delle merendine e delle tabelline, collezionista di portachiavi. Non si separa mai da una grossa borsa dove tiene gli oggetti più disparati: un guazzabuglio dove si trova di tutto, dai cerotti alla dinamite. Perchè, si sa, le borse delle maestre sono magiche!
Naturalmente c'è anche l’oggetto indispensabile per proseguire il gioco. Naturalmente il problema è trovarlo…

Napoleone Prrrotter

  • Un supereroe con un solo superpotere, nemmeno tanto super

Mi chiamo Potter. No, non quel Potter, il maghetto, quello famoso. Macchè! Anch’io sono famoso, ma per una cosa che le persone educate preferiscono tacere. Per questo mi hanno soprannominato PRRROTTER! Non frequento una scuola di magia, ma una scuola normale. Beh, normale mica tanto. È una scuola molto esclusiva, la più esclusiva della città, dove comanda Cornelia Ammazzafeste, la direttrice più malvagia che si possa immaginare.
Una scuola senza colori, una direttrice senza pietà, un bambino senza paura

Il maresciallo Salvo Errori

  • Un carabiniere alle prese con un cadavere senza fissa dimora

Nel bel mezzo del Chianti, tra fattorie e vigneti, sorgono Bottepiena e Bottevuota, due paesi così piccoli da non essere nemmeno segnati sulle carta stradale; e così vicini che dove finisce uno comincia l’altro. E se a Bottepiena c’è tutto: cinema, negozi, supermercati, centri commerciali... a Bottevuota non c’è niente, solo un vecchio castello appollaiato sulla collina. Ma è proprio da lì che muoveranno le forze del Male per sovvertire l’ordine del Mondo. A opporsi al caos, al disordine e all’anarchia, un uomo solo: il maresciallo Salvo Errori. Un carabiniere che non ha teme nulla, a parte la sfortuna

Il David

  • quello di Michelangelo naturalmente

«Michelangelo stava appollaiato sui ponteggi per eseguire gli ultimi ritocchi al David, mentre Pier Soderini lodava grandemente la statua, perfetta in tutto tranne, a suo dire, per un piccolo particolare: aveva il naso troppo lungo. Michelangelo valutò che da dove si trovava il Gonfaloniere, nemmeno potesse vederlo il naso. Ma decise di accontentarlo lo stesso. Prese lo scalpello con una mano e, senza farsene accorgere, raccattò della polvere di marmo con l'altra. Fingendo di scolpire la lasciava cadere poco a poco.
- Adesso che ve ne pare? - chiese sornione.
- Adesso è perfetta - rispose convinto il Gonfaloniere, - Gli avete dato la vita!»

Un vampiro con gli occhiali a farfalla

Un vampiro pasticcione alle prese con un gruppo d’irriducibili ragazzini guidato da due maestre sull’orlo di una crisi di nervi. Una storia vera. E non è la solita pubblicità!

Vincitore della 5ª edizione del premio "UNO SU CINQUE... SCEGLI IL TUO LIBRO"

Biblioteca Comunale Santa Croce sull'Arno, 26 maggio 1999

editore

SALANI

collana

I CRICETI

anno

1997

FUORI CATALOGO

Fiabe Viola

N. 1 - LA DENTIERA BIANCONERA

N. 2 - IL DRAGO NEROAZZURRO

fiabe per i piccoli tifosi viola

editore

MEDIAPOINT

collana

FIABE VIOLA

anno

1997